Chiesa di Santa Cristina

Poco distante da Fossalta di Portogruaro si colloca l'abitato di Gorgo, suggestivo ed antico borgo rurale del territorio comunale. Il toponimo origina in epoca romana, quando il territorio in oggetto era attraversato dalle impetuose acque di un ramo del Tagliamento attualmente scomparso.

Nel paese è presente un antico edificio risalente al 1329, dedicato a Santa Cristina. Questa costruzione, indicata come “Chiesa”, in realtà non è mai stata consacrata e si riporta come ancora nel 1664, per celebrare le messe in occasione della festa della santa fosse necessario per il parroco disporre di permessi temporanei del Vescovo. Al suo interno è presente un affresco con San Sebastiano e San Valentino del XVI secolo. Nei primi anni del Novecento il sacello divenne proprietà della famiglia Toniatti e fu sempre meta di rogazioni: particolari riti a cavallo tra il sacro e il profano, che gli abitanti del luogo celebravano per ottenere un buon raccolto.

L'edificio si compone di un'aula rettangolare il cui volto ha cinque capriate. Accostato alla facciata si trova il piccolo campanile a pianta quadrata.

Intorno alla costruzione fu creato, probabilmente nei primi anni del XX secolo, un silenzioso bosco costituito da tigli ultracentenari, olmi, platani e robinie: nella stagione invernale, proprio quando questi alberi sono spogli si possono ammirare in tutta la loro imponente bellezza e incredibile forza.

Restaurata nel 2007, la Chiesa di Santa Cristina è tornata al suo antico splendore: viene attualmente utilizzata per manifestazioni culturali di vario tipo, concerti, riunioni, corsi.