Di là dal fiume – Hemingway, l’americano del Basso Piave

15 febbraio - 31 dicembre 2013

CEMA - Centro Espositivo Multimediale dell’Archeologia,

all'interno di Veneto Designer Outlet di Noventa di Piave

La mostra evoca nel titolo il romanzo di Ernest Hemingway Di là dal fiume e tra gli alberi, pubblicato a New York dall'editore Scribner's il 7 settembre 1950 e uscito in Italia solo nel 1965, poiché lo stesso autore ne proibì la pubblicazione “per impedire un possibile scandalo che coinvolgesse persone viventi”, come affermò la traduttrice Fernanda Pivano.

 

Attraverso documenti originali e autentici (lettere manoscritte, foto, un assegno bancario da lui stesso siglato, ecc.), presentazioni multimediali, foto stereoscopiche d’epoca presentate con le ultime tecnologie 3D, proiezioni e ricostruzioni immersive (tra cui la riproduzione di una trincea italiana e di una trincea austro-ungarica della Prima Guerra Mondiale), il visitatore ha potuto ripercorrere le vicende storiche, personali ed emozionali di Hemingway. La Grande Guerra vissuta in Italia, il ferimento a Fossalta di Piave, l’addio alle armi, il rinnovato impegno civile nella Guerra di Spagna, il ritorno nelle terre tra il Piave e il Tagliamento e l’amore italiano per Adriana Ivancich: sono tutti momenti significativi che confluirono nelle celebri opere dello scrittore.

 

Come il protagonista del romanzo Di là dal fiume e tra gli alberi - il colonnello americano Cantwell - dopo il ferimento del 1918, tra il 1948 e il 1953 Hemingway ritornò frequentemente in Veneto e in Friuli: a Fossalta, sulle rive del Piave, chiuse un conto in sospeso con la vita e il destino; nelle valli della laguna di Caorle, a San Gaetano, ospite del Barone Raimondo Nanuk Franchetti, trovò pace e serenità trascorrendo molto tempo in battute di caccia; a Venezia scrisse i suoi romanzi all’Harry’s Bar e strinse amicizia con Cipriani; a Cortina conobbe i nobili friulani Kechler e in Friuli si innamorò, ormai cinquantenne, della giovane contessa Adriana Ivancich – Renata nel romanzo.

 

La mostra si inserisce nel più ampio progetto di valorizzazione dei territori veneti e friulani che lo scrittore ha frequentato e amato.

 

Mostra a cura di Dimensione Cultura in collaborazione con Cultour Active srl, Noventa di Piave Designer Outlet, Associazione Culturale Noventa Arte e Storia, Volontari Ecomuseo Grande Guerra e Comune di Noventa di Piave con il patrocinio di Comune di Fossalta di Piave, Città di Lignano, Città di Caorle e Comune di San Michele al Tagliamento.